Una riflessione sempre più approfondita sulla luce naturale. Comprensibilmente arriva da un giovane designer – davvero giovane: è nato nel 1984 – norvegese, Daniel Rybakken.

surface-daylight-2

Surface daylight

Surface daylight è, infatti, l’ultimo tassello di una ricerca che ha già portato a progetti come Subconscious effect of daylight e Daylight comes sideways tra l’altro presentati con successo al Salone Satellite.

Subconscious effect of daylight

Subconscious effect of daylight

I lavori di Daniel Rybakken si basano su giochi di illusione, sulla creazione di visioni e mondi paralleli al nostro ambiente quotidiano.
In particolare, Surface daylight è un pannello luminoso in superficie che simula luce diurna all’interno di una stanza. L’idea è quella di ‘neutralizzare’ il contrasto tra outdoor e interno dando positivi effetti soprattutto a chi vive i lunghi mesi degli inverni nordici. La lampada è composta da due superfici pendenti contro la parete; la luce è creata da LED posti dietro la superficie.

Daylight comes sideways

Daylight comes sideways

Le foto di Surface daylight sono di Kalle Sanner.

Posted on: venerdì, maggio 22nd, 2009 at 14:48
Filed under: design
Comments feed
Trackback

Tags: ,

Leave a Reply